18 Gennaio 1981: Roma – Juventus

É il 18 Gennaio 1981 Roma e Juventus si sfidano nella tredicesima giornata del Girone di Andata del Campionato Italiano di Calcio di Serie A 1980-81 allo Stadio ‘Olimpico’ di Roma.

I bianconeri sono affamati di vittoria dopo che l’Inter l’anno prima gli aveva beffati sul traguardo tricolore. E per vincere lo scudetto dovranno vedersela contro gli avversari di questa partita. I giallorosi capitolini, infatti danno battaglia fino all’ultima gara ma alla fine si dovranno arrendere al esperienza e bontá del organico juventino.

Buona Visione!

 

roma

 

Stagione 1980-1981 – Campionato di Serie A – 13 andata
Roma – Stadio Olimpico
domenica 18 gennaio 1981 ore 14:30
ROMA-JUVENTUS 0-0

ROMA: Tancredi, Spinosi, Romano, Turone, Falcao, Bonetti D., Conti, Di Bartolomei, Pruzzo, Ancelotti, Scarnecchia
Allenatore: Nils Liedholm

JUVENTUS: Zoff, Cuccureddu, Cabrini, Prandelli, Gentile, Scirea, Causio (Marocchino 46), Tardelli, Bettega R., Brady, Fanna
Allenatore: Giovanni Trapattoni

ARBITRO: Barbaresco



Boniperti: «Ho visto una buona Juventus» 

ROMA — Appostato in una cabina sul lato esterno della tribuna-stampa, Giampiero Boniperti ha seguito la partita accanto al vicepresidente Chiusano e allo squalificato Furino. Ha imprecato quando la Juventus, nel primo tempo, ha mancato per un soffio il gol che poteva imprimere una svolta, ha commentato l’andamento del gioco, peraltro non esaltante, con gesti e parole come se fosse in campo. Nell’intervallo è sceso negli spogliatoi, com’è sua abitudine. Gli abbiamo poi chiesto se Causio potrebbe ripetere la polemica di Catanzaro dopo l’ennesima sostituzione, ma Boniperti ha scosso il capo e ha ripreso a seguire l’incontro. 

Al 19′ della ripresa, mentre la Roma stava per battere una punizione, s’è alzato dalla sedia. Nulla di fatto ma la tensione era troppa e Boniperti, seguito dall’avvocato Chiusa no, ha abbandonato il suo posto d’osservazione. 

«Il terreno, allentato dalla pioggia, ha frenato il gioco — diceva discendendo le scale dell’Olimpico —. Si faticava a controllare il pallone, a scattare. L’attesa che aveva circondato la partita, la grande cornice di pubblico, l’importanza del risultato hanno influito in parte sullo spettacolo. Comunque ho visto una buona Juventus. La Roma è un’ottima squadra e la sua posizione è legittima». 

Un boato lo interrompeva. Falso allarme. Il risultato non sarebbe più cambiato.

Bruno Bernardi
tratto da: La Stampa 19 gennaio 1981



la

dino

pruzzo
roma
juve
roma
roma

juve

juve
roma


/ 5
Thanks for voting!