26 Dicembre 2018: Atalanta – Juventus

É il 26 Dicembre 2018 ed Atalanta Juventus si sfidano nella diciottesima giornata del Girone di Andata del Campionato Italiano di Calcio di Serie A 2018-19 allo StadioAzzurri d’Italia’ di Bergamo.

É una Juventus che si appresta a vincere l’ennessimo Scudetto (é il 37esimo). Dall’altra parte ci sono i bergamaschi neroazzurri che si issano sul gradino piú basso del podio nella classifica finale – risultato storico per loro.

Buona Visione!


atalanta

 

Stagione 2018-2019 – Campionato di Serie A – 18 andata
Bergamo – Stadio Atleti Azzurri d’Italia
Mercoledì 26 dicembre 2018 ore 15:00
ATALANTA-JUVENTUS 2-2
MARCATORI: Djimsiti autorete 2, Duvan Zapata 24, Duvan Zapata 56, Ronaldo 78

ATALANTA (3-4-2-1): Berisha, Masiello A. (Barrow 86), Djimsiti, Mancini G., Hateboer, Freuler, Pasalic (Gosens 67), Castagne, Ilicic (Pessina 77), Gomez A., Duvan Zapata
A disposizione: Gollini, Rossi, Valzania, Reca, Tumminello, Peli, Kulusevski, Okoli, Delprato
Allenatore: Gianpiero Gasperini

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny, De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro, Bentancur, Can, Khedira (Ronaldo 65), Dybala, Mandzukic, Douglas Costa (Pjanic 57)
A disposizione: Pinsoglio, Perin, Benatia, Rugani, Spinazzola, Kastanos
Allenatore: Massimiliano Allegri

ARBITRO: Banti
AMMONIZIONI: Bentancur 18, Chiellini 38, Bentancur 53, Mandzukic 62 (Juventus); Duvan Zapata 29, Mancini G. 32, Hateboer 60, Freuler 90 (Atalanta)
ESPULSIONI: Bentancur 53 (Juventus)



Sotto di una rete e di un uomo (Bentancurt), la squadra di Allegri ringrazia il portoghese, subentrato dalla panchina. Di Zapata (doppietta) e autogol di Djimsiti le altre reti

BERGAMO – L’Atalanta ha imposto un breve rallentamento alla Juventus, anche se in effetti si è fermata prima di darle lo stop: in vantaggio per 2-1 e con un uomo in più (espulso Bentancur in avvio di ripresa), i bergamaschi non ha avuto il coraggio, prima ancora che la forza, di infliggere ai bianconeri il colpo di grazia, finendo per trovarsi in soggezione quando Allegri ha richiamato Ronaldo dal turn-over chiedendogli un contributo part-time ma decisivo. Così è stato: Cristiano è entrato al 20′ e al 33′ ha segnato di testa con i riflessi pronti del rapinatore d’area, salvando la Juve la prima sconfitta esterna del 2018. È finita 2-2, esattamente come negli ultimi due precedenti all’Azzurri d’Italia.

A castigare i bianconeri ci stava pensando Zapata, protagonista anche dell’ultimo ko juventino lontano dallo Stadium: era il novembre del 2017 e il colombiano segnò nel 3-2 vincente della Sampdoria, dove giocava all’epoca. Stavolta il centravanti ha firmato il sorpasso poi reso vano da Ronaldo. La Juve era passata in vantaggio dopo poco più di un minuto grazie a una sciagurata autorete di Dijmsiti, che ha indegnamente svirgolato nella propria rete un innocuo cross di Alex Sandro. I bianconeri sembravano sul punto di dilagare: al 5′ Bentancur ha timbrato la traversa dal limite e l’Atalanta sembrava vuota, incapace di correre e pressare come di solito fa. Ma la Juve si è adagiata presto al festaiolo andazzo post natalizio, consentendo ai nerazzurri di rientrare progressivamente in partita. Nel pareggio di Zapata, messo in movimento da Gomez, c’è stata la complicità di Bonucci, che si è lasciato aggirare dal colombiano prima della fucilata di sinistro, ma dall’1-1 i bergamaschi sono tornati quelli che sono di solito e la Juve, che forse aveva già messo in archivio la partita, non c’è più rientrata.

L’espulsione di Bentancur per doppia ammonizione (entrambe sacrosante, anche se Banti ha titubato assai sulla seconda) ha tramesso ulteriore coraggio all’Atalanta e dopo la rete di Zapata (colpo di testa su corner di Gomez, con dormita di Emre Can) sembrava che la prima sconfitta della Juve fosse oramai matura, ma l’ingresso di Ronaldo ha messo una clamorosa soggezione l’Atalanta. Allegri ha riassettato la squadra con il 4-2-3, con Dybala e Mandzukic ai lati di Cristiano, e dopo il 2-2 avrebbe anche potuto vincere. È stato comunque giusto annullare il 3-2 di Bonucci per (netto) fuorigioco.

Allegri si è arrabbiato molto per le dichiarazioni pre-partita di De Laurentiis, che aveva messo in risalto la livornesità di Banti condizionandone dunque il modo di giudicare, ma l’arbitro non è certo sembrato ostile alla Juve. E se c’è un dubbio sul secondo giallo a Bentancur (fallo su Castaigne) è nella titubanza di Banti, che prima di estrarlo si è lasciato contornare dai giocatori atalantini e probabilmente ha raccolto al volo un suggerimento via auricolare che, da protocollo, non potrebbe avere, visto che il Var non può intervenire sui falli da ammonizione. Avesse preso senza esitare la decisione giusta, la coda polemica non ci sarebbe stata.


cristiano

miralem

rodrigo
atalanta

atalanta

atalanta

atalanta

juventus

juve

juve

juve

atalanta

juve

atalanta


/ 5
Thanks for voting!