29 Febbraio 2004: Juventus – Ancona

É il 29 Febbraio 2004 e Juventus ed Ancona si sfidano nella Sesta Giornata del Girone di Ritorno del Campionato di Calcio di Serie A 2003-04 allo Stadio ‘delle Alpi’ di Torino.

La Juventus Campione d’Italia in carica, affronta un Ancona che alla fine della stagione non riuscirá nel suo scopo di evitare la retrocessione in Serie B. I bianconeri invece si dovranno accontentare di un terzo posto che per la storia della Juventus é sempre una mezza delusione.

Buona Visione!

juve

Stagione 2003-2004 – Campionato di Serie A – 6 ritorno
Torino – Stadio Delle Alpi
domenica 29 febbraio 2004 ore 15:10
JUVENTUS-ANCONA 3-0
MARCATORI: Camoranesi 7, Miccoli 41, Del Piero 45+1

JUVENTUS (4-3-3): Buffon, Thuram (Birindelli 70), Ferrara C., Iuliano, Zambrotta, Camoranesi, Conte A., Tacchinardi (Pessotto G. 77), Miccoli, Di Vaio, (c) Del Piero (Chiumiento 60). 
A disposizione: Chimenti, Appiah, Legrottaglie, Palladino R. 
Allenatore: Lippi

ANCONA: Marcon, Helguera (Sogliano 62), Bolic, Baggio D. (Goretti 43), Milanese, Berretta, Andersson, Maini, Pandev (Zavagno 46), Ganz, Rapajc. 
A disposizione: Cerioni, Bilica, Bucchi, De Falco. 
Allenatore: Galeone

ARBITRO: Dondarini
AMMONIZIONI: Zambrotta 50 (Juventus)



LE PAGELLE 
Ferrara «guerriero» 
Di Vaio fa gli assist 

JUVENTUS 
BUFFON 6. Poco impegnato e a volte poco sicuro, compie un intervento decisivo nel secondo tempo uscendo su Berretta. 
THURAM 6. Un errore che Rapajc non sa sfruttare. Poi cancella la prova di La Coruna 
(dal 25′ st Birindelli 6. Entra in una sfida già decisa). 
FERRARA 7. Passano gli anni Ciro non si arrende. Annulla Ganz, esce vincitore da ogni contrasto. 
IULIANO 6. Il goleador di Bologna evita le incursioni offensive e contribuisce a sigillare la difesa. 
ZAMBROTTA 5,5. Non celebra nel modo migliore la partita numero 200 in serie A. Pandev lo mette in crisi. 
CAMORANESI 6. Splendida la giocata al volo che porta al gol, poi innesca Di Vaio che spreca. Meno brillante la ripresa. 
CONTE 6. In mezzo al campo l’Ancona ha il predominio nel primo tempo, contribuisce a tamponare. 
TACCHINARDI 6. Gioca a sinistra, ovvero in una posizione che non è ideale per lui. Poco mobile 
(dal 32′ st Pessotto sv ). 
MICCOLI 5,5. L’unico merito è quello di aver segnato il gol, molto facile, che spiana la strada alla Juve. Tocca molti palloni e commette molti errori. 
DEL PIERO 5,5. Si perde in mille ghirigori, gli manca da tempo la lucidità di idee. Il gol non lo salva. Esce accompagnato da qualche fischio 
(dal 14′ st Chiumiento 6. Un talentino in carriera: scambi di prima, testa alta. Ma andrebbe rivisto contro un avversario meno arrendevole). 
DI VAIO 6. Solite esitazioni in zona gol. Lo portano alla sufficienza i passaggi-gol per Camoranesi e Miccoli. 
ANCONA 
MARCON 6. Tre palle in rete senza grosse colpe. 
HELGUERA 5,5. Poco attenta la marcatura su Di Vaio che non ne approfitta 
(dal 17′ st Sogliano 5,5). 
BOLIC 5. La Juve sfonda nel mezzo, lui non si oppone e favorisce in maniera involontaria il primo gol bianconero. 
D. BAGGIO 5. Lo mette ko un infortunio. Affonda con i compagni sotto i colpi di una difesa non irresistiile 
(dal 43′ pt Coretti 6. Un palo nel finale). 
MILANESE 5. Spicca per i capelli alla Platinette. Non spinge sulla sinistra e strapazza Miccoli. 
BERRETTA 6.5. Il migliore dei marchigiani. Ottimo nel primo tempo, nella ripresa lo ferma Buffon a un passo dal gol. 
ANDERSSON 6. Rende vivace il primo tempo dei suoi. 
MAINI 6. Buona la prima parte, sparisce nella seconda. 
PANDEV 6. Dà tutto nel primo tempo, i pericoli arrivano dalla sua parte 
(dal 1″ st Zavagno. 5). 
GANZ 5.5. Ferrara gli toglie ogni velleità. 
RAPAJC 5. Fallisce buone occasioni nel primo tempo, una clamorosa.  
DONDARINI 6.5. Facile arbitrare partite così.
Fabio Vergnano


juve

juve

davide

baggio
juve

juve

juve

juve

ancona

ancona

ancona

ancona

juve


/ 5
Thanks for voting!