9 Febbraio 1975: Milan – Juventus

É il 9 Febbraio 1975 e Milan Juventus  si sfidano nella Seconda Giornata del Girone di Ritorno del Campionato Italiano di Calcio di Serie A 1974-75 allo Stadio ‘Giuseppe Meazza’ San Siro di Milano.

La Juve é guidata in panchina da Carlo Parola e si appresta a vincere il suo sedicesimo scudetto. Dall’altre parte c’é il Milan guidato in panchina da Gustavo Giagnoni, che dopo un campionato altalenante chiude al quinto posto, sette punti dietro la Vecchia Signora – Campione d’Italia.

Buona Visione!


milan

Campionato di Serie A 1974-1975 – 2 ritorno
Milano – Stadio San Siro
Domenica 9 febbraio 1975 ore 15.00
MILAN-JUVENTUS 0-2

MILAN: Albertosi, Bet, Sabadini, Zecchini, Turone (Anquilletti 73), Benetti, Gorin, Bigon, Calloni, Rivera, Chiarugi
Allenatore : Gustavo Giagnoni

JUVENTUS: Zoff, Gentile, Cuccureddu, Furino (Longobucco 36), Morini, Scirea, Damiani, Causio, Anastasi, Capello F., Bettega
Allenatore : Carlo Parola

ARBITRO: Barbaresco

Nota : Vittoria a tavolino per la Juve (intemperanze del pubblico; intorno al 75° un petardo esplode vicino a Claudio Gentile e Pietro Anastasi, quest’ultimo viene trasportato svenuto negli spogliatoi). Sul campo 1-2: Bigon 20, Bettega 63, Damiani rigore 70



“La Juventus non ha rubato niente” 
Boniperti: “I ragazzi si sono battuti bene,, 
“Mi spiace che accadano questi incidenti, già l’anno scorso, qui a San Siro, c’erano state intemperanze pericolose per tutti i giocatori” 

(Dal nostro inviato speciale) Milano, 9 febbraio. Boniperti ha vissuto attraverso la radio, le fasi più movimentate della sfida con il Milan, rigore compreso. Aveva lasciato San Siro all’uno a uno. 

“Un risultato così mi sta bene — aveva detto — già nel primo tempo dovevamo pareggiare: avevamo mantenuto più a lungo il possesso della palla, creando favorevoli occasioni e colpendo un palo.” 

Mentre parlava, la radio annunciava Il calcio di rigore in favore della Juventus. Quando Damiani trasformava la massima punizione Boniperti esultava: 

» Adesso posso andare a Torino tranquillo », 

commentava salendo in auto. Poco dopo alla periferia di Milano la voce di Ameri lo informava dell’incidente ad Anastasi e il presidente della Juventus doveva attendere più di tre quarti d’ora per avere notizie rassicuranti, sempre dalla radio, sulle condizioni del centravanti. Raggiunto telefonicamente a Torino, Boniperti ha detto: 

« Mi dispiace che con il Milan, a San Siro, capitino questi incidenti. Era già successo l’anno scorso, sono intemperanze pericolose per la incolumità dei giocatori. Non so cosa scrivere l’arbitro nel suo rapporto. Sul campo la partita è finita 2-1. Una vittoria meritata. Ho visto in tv il rigore e mi pare che il fallo di Sabadini sia avvenuto di poco dentro l’area. La Juventus si è battuta bene, reagendo al gol di Bigon. Merita questi tre punti di vantaggio sulla Lazio: i ragazzi hanno sempre dato II massimo e non hanno rubato niente. Ora debbono continuare così ».

Bruno Bernardi
tratto da: La Stampa 10 febbraio 1975


la gazzetta

silvio

milan

milan

juve

juventus

milan

juve

juve

juve

milan

milan

milan

milan


 

/ 5
Thanks for voting!