9 Marzo 2015: Juventus – Sassuolo

È il 9 Marzo 2015 Juventus e Sassuolo si sfidano nella Settima Giornata del Campionato Italiano di Calcio di Serie A 2014-15 allo ‘Juventus Stadium’ di Torino.

La Juve è guidata dalla panchina da Massimiliano Allegri (che è subentrato al dimissionario Antonio Conte a Luglio)  mentre il Sassuolo è allenato da Eusebio Di Francesco. I bianconeri dopo aver conquistato i precedenti tre campionati sotto la guida del allenatore salentino si apprestano a farlo anche con quello livornese. I neroverdi emiliani dal canto loro lottano con il coltello fra i denti per evitare la retrocessione. Ce la faranno tranquillamente con un ottimo piazzamento a quasi metà classifica.

Buona Visione!


juve


Campionato di Serie A 2014-15 – 7 ritorno
Torino – Juventus Stadium
Lunedì 9 marzo 2015 ore 21.00
JUVENTUS-SASSUOLO 1-0
MARCATORI: Pogba 82

JUVENTUS: Storari, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Vidal, Marchisio C., Pogba, Pereyra (Pepe 63), Tevez (Barzagli 86), Morata (Llorente 63)
Allenatore: Massimiliano Allegri

SASSUOLO: Consigli, Vrsaljko, Acerbi, Peluso, Longhi, Brighi (Chibsah 79), Magnanelli, Missiroli (Lazarevic 85), Berardi, Zaza, Sansone N. (Taider 72)
Allenatore: Eusebio Di Francesco

ARBITRO: Peruzzo



Prodezza del francese che nel secondo tempo risolve una partita complicata per i bianconeri. Merito del Sassuolo, squadra che affronta i campioni d’Italia senza paura, in modo organizzato e praticamente alla pari. Bianconeri adesso a +11 sulla Roma con trequarti di tricolore in tasca

TORINO – Una prodezza di Paul Pogba ipoteca il quarto scudetto bianconero consecutivo. Sono infatti adesso 11 i punti di vantaggio in classifica dei piemontesi nei confronti della Roma, affetta da ormai da pareggite cronica. Anche quando sembra una serata-no, nonostante i tanti errori tecnici e nonostante un Sassuolo ben organizzato e combattivo, la Vecchia Signora ha tra le sua fila campioni che in qualsiasi momento possono decidere una partita. E così è stato.

TANTI ERRORI – Allegri ha perso Caceres per il resto della stagione (frattura al malleolo) e deve fare a meno stasera anche di Gigi Buffon, colpito da influenza. 4-3-1-2 per il tecnico bianconero che piazza Pereyra dietro le punte, Tevez e Morata. A centrocampo Vidal, Marchisio e Pogba. Davanti a Storari, giocano Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini ed Evra. Di Francesco risponde col 4-3-3. E’ emergenza difesa tra infortunati e lo squalificato Gazzola. In campo allora Vrsaljko e Longhi terzini e Acerbi e Peluso al centro della difesa. A centrocampo Brighi, Magnanelli e Missiroli. Classico tridente composto da Berardi, Zaza e Sansone. Già dai primi secondi di gioco si capisce che partita sarà con il Sassuolo che pressa alto e costringe la Juventus all’errore tecnico: tanti, troppi i passaggi sbagliati dai campioni d’Italia. Inoltre i bianconeri non possono permettersi di sbilanciarsi troppo per non subire il contropiede emiliano.

CONCLUSIONI DA FUORI – Quando non ci sono spazi, resta la soluzione da fuori. E la Juventus la sfrutta molto. Morata viene murato, mentre Marchisio conclude alle stelle, così come Vidal. Meglio Tevez al 21’ con la sfera di poco alta sopra la traversa. Il Sassuolo si fa vedere con una bella azione al 24’: inserimento a destra di Vrsaljko, cross basso, Zaza scivola e la palla giunge al limite dove Berardi ci prova senza fortuna. La Juve insiste e Chiellini di testa manda alto di poco dopo un angolo. Alla mezz’ora ancora attivo Tevez con un tiro dal limite che Consigli neutralizza coi pugni.

I CAMBI DI ALLEGRI – Il secondo tempo non è molto diverso dal primo. Però i bianconeri giocano più spesso nella metà campo neroverde e i tiri sono più pericolosi. Pogba ci prova al 7’ e Consigli gli dice di no. Magnanelli si immola su Morata al 9’ mentre ancora Tevez e lo spagnolo non trovano lo specchio della porta da fuori. Allegri cambia e inserisce Pepe al posto di Pereyra e Llorente per Morata. Sono cambi decisivi con la Juventus che si schiera con una sorta di 4-4-2. Pepe sulla destra dà fastidio con cross sempre precisi e insidiosi.

DECIDE POGBA – Di Francesco corre ai ripari e leva Sansone per inserire Taider. La Juventus insiste, mentre gli ospiti non sono mai pericolosi e Zaza è sempre ben controllato a turno da Chiellini e Bonucci. Alla mezz’ora della ripresa gran botta da 30 metri di Bonucci che Consigli sventa in angolo. Poco dopo palla nell’area piccola dove Llorente, contrastato, si gira e conclude debolmente. Serve la prodezza del singolo e allora al 37’ Pogba si inserisce di forza su un passaggio lungo verso la sinistra di Pepe, controlla e conclude in corsa dal limite col destro. Palla alla sinistra di Consigli e quarta sconfitta consecutiva per gli emiliani. La gara si chiude qui così come, molto probabilmente, il campionato 2014/15.




carlos

simone

pogba

goal

juve

juve

juve

juve
sassuolo

sassuolo

sassuolo

sassuolo

juve





/ 5
Thanks for voting!